Comenius “Social MIndedness in LEarning communitY”   Leave a comment

IMPARARE AD ESSERE BUONI CITTADINI GIOCANDO ON LINE, ECCO IL PROGETTO “SMILEY” PER GLI STUDENTI EUROPEI

[progetto coordinato dall’Università di Catania]

“SMILEY” è un progetto Europeo finanziato dal programma LLP‐Comenius “Social MIndedness in LEarning communitY” . L’obiettivo è contribuire a trasformare le differenze socio‐culturali tra studenti in una risorsa, piuttosto che in una barriera all’integrazione. Già oltre ottanta scuole in Europa utilizzano gratuitamente in classe il gioco didattico “Your Town” nato all’interno del progetto SMILEY (http://www.smileyschool.eu).

Si tratta di un gioco educativo,un videogame didattico che insegna agli studenti a comportarsi in diversi contesti della vita quotidiana promuovendo la legalità ed il rispetto per l’altro, tenendosi alla larga da bulli, violenti e razzisti.

Attraverso le vicende di nove personaggi,ogni alunno posto di fronte ad una situazione “a rischio” (“Missione”), deve decidere qual è la decisione migliore da prendere, aumentando il proprio punteggio. A fare da location a questa lezione online di educazione civica, è una città virtuale che si chiama “Your Town”. I bambini, quindi, sono chiamati a riflettere sui propri valori e sui propri eventuali comportamenti in situazioni simili: reazioni che cambiano in base al Paese di provenienza, tra Italia, Inghilterra, Polonia, Romania e Turchia.

I ragazzi sono abituati sin dalla nascita a confrontarsi con le nuove tecnologie ICT ; quì usate per imparare a risolvere situazioni di conflitto che derivano da esclusione ed emarginazione sociale.

SMILEY è utile anche agli insegnanti: i docenti, infatti, imparano un metodo ad‐hoc per capire i bisogni dei bambini e riconoscere meglio le loro possibili situazioni di disagio.

Il metodo è quello ludico‐educativo (in inglese “edutainment”): il gioco contribuisce a rafforzare il grado di consapevolezza sociale degli alunni sulle tematiche in questione e a mitigare i conflitti attraverso un approccio costruttivo e di cooperazione. Il progetto è stato reso possibile grazie alla collaborazione di sette partners provenienti da 5 Paesi europei. A coordinare il progetto è l’Università di Catania attraverso la Facoltà di Scienze della Formazione, mentre il secondo partner italiano è la P.M.F. S.r.l., ente accreditato di formazione specializzato in tecnologie per l’e‐learning.

Pubblicato ottobre 25, 2012 da M in catania

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: