patto di stabilità – esenzione dei fondi comunitari   Leave a comment

in base all”art. 31 commi 10 e 11 della legge 183/2011 le entrate provenienti direttamente o indirettamente dall’Unione Europea e le relative spese sia di parte corrente sia in conto capitale anche in più anni purché nei limiti complessivi delle relative entrate e purché relative a entrate registrate successivamente al 2008. L’esclusione non opera per le spese connesse ai cofinanziamenti nazionali. Nel caso in cui l’UE riconosca importi inferiori a quelli esclusi ai fini del Patto, l’importo corrispondente alle spese non riconosciute deve essere incluso tra le spese rilevanti ai fini del Patto nell’anno in cui è comunicato il mancato riconoscimento.

Annunci

Pubblicato dicembre 5, 2012 da M in amministrativo

Taggato con , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: