Società Civile   1 comment

Annunci

pubblicato maggio 29, 2007 da antennaeurope

Una risposta a “Società Civile

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. FORUM SICILIANO DELLA SOCIETÀ CIVILE
    La Commissione Europea, con i suoi documenti quadro di programmazione, nel campo dell’informazione e della comunicazione ha dato una chiara virata alle sue strategie in seguito all’esito dei referendum sul trattato costituzionale che hanno avuto risultato negativo in Francia e in Olanda.

    In questo senso, questi due “No” al Trattato che istituisce una Costituzione per l’Unione Europea, se effettivamente comportano una battuta d’arresto non indifferente al percorso di integrazione, in concreto hanno anche determinato nuove opportunità.

    Queste opportunità si caratterizzano innanzi tutto come istanza di maggior democratizzazione del processo di dialogo e di ascolto, motivati dalla necessità di costruire consenso che non sia esclusivo di alcune élites ma che coinvolga la generalità dei cittadini. I documenti varati in quest’ultima fase, dal Piano D e Libro Bianco della Comunicazione, sono assolutamente orientati in questo senso e delineano modalità, compiti e modelli per il coinvolgimento della società civile.

    È sull’onda di questa scia che in tutta Europa si stanno conducendo sperimentazioni in rapporto a questo dialogo con le parti sociali. Tutto ciò avviene non senza qualche difficoltà, fermo restando il problema di fondo di una definizione di cosa debba intendersi per “società civile”, concetto su cui non c’è ancora una delimitazione condivisa, malgrado gli sforzi fatti nel dibattito, soprattutto ad opera del Comitato Economico e Sociale. Si può tenere fermo, comunque, che nell’idea di società civile entrino quelle organizzazioni definite “non governative” e di “terzo settore” che operano con mezzi propri e con autonomia organizzativa in direzione di un fine di utilità sociale.

    L’animazione territoriale sul tema della società civile sollecitata dalla Commissione Europea sta avendo luogo in Sicilia per iniziativa dei due centri Europe Direct regionali, ubicati su Catania e Palermo, ciascuno di questi in connessione con i numerosi “Uffici Europa” che sono presenti sul territorio siciliano. In particolare, un momento importante ha avuto luogo con il Forum della Società Civile tenutosi a Palermo in data 31.10.2006, presenti le autorità regionali e con significativi interventi dell’AICCRE (Francesco Romeo), che ha posto l’accento sui temi della politica di coesione in chiave mediterranea; dell’AUSE (Filadelfio Basile), che ha ricordato il ruolo dell’università nell’ambito di ricerca e formazione; dell’ARCI (Anna Bucca), che ha riguardato il Mediterraneo come criticità per l’Europa, per le politiche di stabilità e di integrazione; della CGIL (Antonio Riolo), che ha parlato del modello sociale europeo come un sogno incompiuto, e sulle ancora incerte definizioni del ciclo di programmazione 2007/2013; dell’AEDE (Salvatore Licitra e Anna Di Stefano) che ha chiesto di estendere più possibile l’informazione ai giovani sulle politiche europee; del GFE (Silvio Bologna) che, richiamando le osservazioni precedenti sulle priorità del Mediterraneo e delle azioni destinate a coinvolgere i giovani, ha sollecitato che, nel dibattito costituzionale, torni a farsi pressante la richiesta di inserimento di una dichiarazione di ripudio della guerra.

    È rilevante sottolineare che oltre gli attori dei sopra richiamati interventi erano presenti al Forum numerose altre organizzazioni – che non vengono qui elencate solo per non fare torto a qualcuna eventualmente non rilevata – e che il Forum della Società Civile rappresenta un organismo dinamico, aperto e inclusivo, che assume un ruolo di orientamento nel dibattito in corso. In questo senso, riassumendo il senso della sessione di lavoro, il dott. Domenico Giubilaro della Regione Siciliana, il prof. Ruggero Del Vecchio per il Movimento Federalista, il dott. Antonino Tilotta per l’Antenna EUD Palermo e il dott. Salvatore Zinna per l’Antenna EUD Catania, negli interventi conclusivi hanno indicato le due priorità sui temi da trattare, individuandole nella politica di coesione e nella politica di crescita e occupazione in primo luogo, affiancate dai contenuti europeisti nelle azioni di formazione e di comunicazione.

    Per accessi, informazioni al Forum, contattare il Coordinamento regionale del Forum della Società Civle, via Emerico Amari 162 – 90139 Palermo, telefax 091/584432, o l’Antenna Europe Direct Palermo – carrefoursic@hotmail.com o l’Antenna Europe Direct Catania – politichecomunitarie.24@comune.catania.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: